fbpx

Mater ìa

Mater ìa – t.a. carlotta

30 marzo – 4 maggio 2024

in Via Garibaldi 22 a Ferrara

È nell’arte il luogo dove la certezza trova il suo spazio vitale, avviando un viaggio privo della pretesa di raggiungere un approdo retoricamente ‘sicuro’.
La natura diventa pretesto di lettura verso una società sempre più portata a segnalare “approdi” improbabili accantonando come inciampi i segnali della bellezza che la cultura porta.
Ed ecco che se Pino Pascali negli anni 70 porta in una galleria “32 metri quadrati di mare circa” chiuso in basse scatole ferree, a sottolineare la corsa contro natura dello sfruttamento industriale, troviamo oggi, nella galleria 7MQ a Ferrara, l’opera dell’artista t.a. carlotta che da suggestive e rarefatte forme a “pennino” fa scivolare gocce nere su quel mare dimentico del BLU. Prende vita così un’ imponente stesura di disegni/mosaico su candidi fogli creando una superficie visiva di immagini che rammenda una fauna marina dimenticata e forse stuprata dalla volontà perforatrice dell’uomo che ne cancella la poesia e la vita in funzione di una forsennata propensione all’ accumulo di scorie materialistiche, negando l’infinito e la favola.

 

Testo a cura di Giorgio Cattani per 7MQ